“Programma di attività 2015-2018 ex Reg UE 611/14 e 615/14 campagna finanziata con il contributo della Comunità Europea e dell’Italia”

Gennaio

- Fase Fenologica
Riposo Vegetativo
- Concimazione
Nessuna concimazione, infatti si è in riposo vegetativo.
- Lavorazioni
Nessuna Lavorazione del terreno, completamento delle operazioni di raccolta delle olive per le varietà a tarda maturazione che devono essere non destinate alla produzione di olio di qualità.
- Potatura
Si attua la potatura di produzione ove è stata completata l’operazione di raccolta. Si consiglia di proteggere tutti i tagli prodotti con l’uso di mastici protettivi, ricordando di praticare la disinfezione sia delle ferite che degli attrezzi impiegati.

Lotta
• Carie o Lupa: durante le operazioni di potatura si effettua l’eventuale slupatura per eliminare le parti di legno che presentano carie, si raccomanda la disinfezione della ferita provocata con composti rameici o cicatrizzare con il fuoco.
• Marciumi Radicali: non esistono mezzi di difesa diretta, si raccomanda di non impiantare oliveti su terreni dove è possibile notare la presenza di residui di coltura attaccati dai funghi del marciume, inoltre si raccomanda l’estirpazione tempestiva delle piante colpite disinfettando la fossa prodotta con calce viva o solfato di ferro.
• Fleotribo e Ilesino: specialmente in annate asciutte sono da eliminare e bruciare le piante secche colpite dall’insetto. Si consiglia di costituire in campo piccoli mucchi di ramaglie secche, che costituiscono una valida esca per l’attrazione degli adulti, evitando, così, la ovo deposizione sulle piante in vegetazione.

Febbraio

- Fase Fenologica
Riposo Vegetativo
- Concimazione
Nessuna concimazione,
- infatti si è in riposo vegetativo.
- Lavorazioni
Nessuna Lavorazione del terreno, completamento delle operazioni di raccolta delle olive per le varietà a tarda maturazione che devono essere non destinate alla produzione di olio di qualità.
- Potatura
Si attua la potatura di produzione ove è stata completata l’operazione di raccolta. Si suggerisce di proteggere tutti i tagli prodotti con l’uso di mastici protettivi, ricordando di praticare la disinfezione sia delle ferite che degli attrezzi utilizzati.

Lotta
• Carie o Lupa: durante le operazioni di potatura si effettua l’eventuale slupatura per eliminare le parti di legno che presentano carie, si raccomanda la disinfezione della ferita provocata con composti rameici o cicatrizzare con il fuoco.
• Occhio di Pavone: valutata la percentuale di infezione su un campione di foglie pari a cento, se questa risulta essere maggiore del 25%, si consiglia di effettuare un trattamento fitosnitario con prodotti a base di rame, con dosi pari a 300 gr/hl. In tale periodo l’uso del prodotto a base di rame è consigliato in quanto determina la caduta delle foglie colpite dal fungo, così determinando un risanamento momentaneo della pianta.
• Rodilegno Giallo: con l’operazione di potatura si consiglia di eliminare le parti infestate dall’insetto. E’ consigliabile inoltre uccidere le larve utilizzando fili di ferro o sostanze gassose.

Marzo

- Fase Fenologica
Inizio ripresa vegetativa, con inizio della differenziazione delle gemme.
- Concimazione
Nessuna concimazione.
- Lavorazioni
Nessuna Lavorazione del terreno
- Potatura
Nessun intervento

Lotta
• Occhio di Pavone: valutata la percentuale di infezione su un campione di foglie pari a cento, se questa risulta essere maggiore del 25%, si consiglia di effettuare un trattamento fitosanitario con prodotti a base di rame, con dosi pari a 300 gr/hl. In tale periodo l’uso del prodotto a base di rame è consigliato in quanto determina la caduta delle foglie colpite dal fungo, così determinando un risanamento momentaneo della pianta.
• Tignola: non si consigliano trattamenti sulle piante adulte, mentre nei giovani oliveti accertato un elevato numero di germogli attaccati è consigliabile un intervento per non interrompere lo sviluppo vegetativo della pianta.
a- nel caso di aziende aderenti al Reg Ce 2092/91 si consiglia l’uso del bacillus thuringiensis sub kurstaki, nella dose di 75 gr/hl.
b- nel caso di aziende in produzione convenzionale si consiglia l’uso di prodotti chimici di sintesi a base di dimetoato, nella dose di 150/200 gr/hl.

Aprile

APRILE
- Fase Fenologica
Ripresa Vegetativa, differenziazione delle gemme inizio fioritura
- Concimazione
a- Per le aziende aderenti al Reg Ce 2091/92 è consentito l’impiego di prodotti organici, o comunque quelli consentiti dal regolamento citato.
b- Per le aziende che producono in modo convenzionale, invece, si consiglia l’impiego di prodotti chimici a base di azoto a pronta disponibilità, nelle dosi consigliate da eventuali piani di concimazione.
- Lavorazioni
Lavorazione superficiale del terreno, messa in opera con erpice leggero a denti.
- Potatura
Nessun intervento

Lotta
• Rodilegno Giallo: si consigliano interventi meccanici o chimici atti ad uccidere le larve utilizzando fili di ferro o sostanze gassose. nelle zone con maggiore incidenza dell’insetto si consiglia il posizionamento di trappole a feromone per la cattura massale dei maschi adulti.
• Fleutribo e Ilesino: provvedere alla bruciatura dei rami esca quando in questi viene evidenziata una forte attività degli insetti.

Maggio

Fase Fenologica
- Ripresa Vegetativa, mignolatura-allegagione dei frutticini
- Concimazione
Eventuale intervento di concimazione in funzione dello stato vegetativo della pianta.
a- Per le aziende aderenti al Reg Ce 2091/92 è consentito l’impiego di prodotti organici, o comunque quelli consentiti dal regolamento citato.
b- Per le aziende che producono in modo convenzionale, invece, si consiglia l’impiego di prodotti chimici a base di azoto a pronta disponibilità, nelle dosi consigliate da eventuali piani di concimazione.
- Lavorazioni
Lavorazione superficiale del terreno, messa in opera con erpice leggero a denti, in funzione dello andamento climatico del periodo e dello sviluppo del cotico erboso.
- Potatura
Nessun intervento

Lotta
• Occhio di Pavone: valutata la percentuale di infezione su un campione di foglie pari a cento, se questa risulta essere maggiore del 25%, si consiglia di effettuare un trattamento fitosnitario con prodotti a base di rame, con dosi pari a 300 gr/hl. Volendo evitare la cascola delle foglie in tale periodo si consiglia l’uso della dodina nelle dosi di 150 gr/hl.
• Tignola: si consiglia il posizionamento delle trappole a feromone per il monitoraggio dei voli degli individui adulti e definire il volo della generazione antofaga, in questo perido si dovrà stabilire l’eventuale trattamento alla generazione carpofaga.

Giugno

- Fase Fenologica
Ripresa Vegetativa, mignolatura-allegagione dei frutticini
- Concimazione
Nessun intervento.
- Lavorazioni
Lavorazione superficiale del terreno, messa in opera con erpice leggero a denti, in funzione dello andamento climatico del periodo e dello sviluppo del cotico erboso.
- Potatura
Nessun intervento

Lotta
• Tignola: raggiunta la soglia di intervento si consigli di intervenire prima dell’avvenuto indurimento nel nocciolo, infatti, a nocciolo indurito la larvetta penetrata in esso non viene raggiunta dall’insetticida. Per il trattamento si consiglia, per le aziende in agricoltura convenzionale, l’impiego di Triclorforn nelle dosi di 300 gr/hl, o Dimetoato nella dose di 150 gr/hl.
• Mosca: si posizionano le trappole adesive e quelle a feromone per la messa in atto dell’azione di monitoraggio del dittero.

Luglio

- Fase Fenologica
Ingrossamento della drupe, indurimento del nocciolo e inizio inolizione
- Concimazione
Nessun intervento.
- Lavorazioni
Lavorazione superficiale del terreno, messa in opera con erpice leggero a denti, in funzione dello andamento climatico del periodo e dello sviluppo del cotico erboso.
- Potatura
Nessun intervento

Lotta
• Mosca: si controllano le trappole adesive e quelle a feromone per la messa in atto dell’azione di monitoraggio del dittero, e si valuta, al contempo, la infezione attiva sulla drupe con la conta delle uova, larve presenti in un campione rappresentativo di drupe. Se l’infezione attiva è pari o superiore al 10% si consiglia di intervenire, negli oliveti convenzionali, con prodotti chimici: Dimetoato nella dose di 40 – 100 gr/hl, oppure Fention nella dose di 150 gr/hl.

Agosto

- Fase Fenologica
Ingrossamento della drupe indurimento del nocciolo e inizio inolizione
- Concimazione
Nessun intervento.
- Lavorazioni
Lavorazione superficiale del terreno, messa in opera con erpice leggero a denti.
- Potatura
Nessun intervento sostanziale, si effettua la eliminazione dei succhioni e dei polloni.

Lotta
• Mosca: generalmente nel mese di agosto si nota un rallentamento o pausa delle infestazioni date le elevate temperature del periodo. Comunque si procede sempre al monitoraggio, quindi,i controllano le trappole adesive e quelle a feromone per la messa in atto dell’azione di monitoraggio del dittero, e si valuta, al contempo, la infezione attiva sulla drupe con la conta delle uova, larve o pupe presenti in un campione rappresentativo di drupe. Se l’infezione attiva è pari o superiore al 10% si consiglia di intervenire, negli oliveti convenzionali, con prodotti chimici: Dimetoato nella dose di 40 – 100 gr/hl, oppure Fention nella dose di 150 gr /hl.

Settembre

- Fase Fenologica
Ingrossamento della drupe, inolizione e inizio invaiatura
- Concimazione
Nessun intervento.
- Lavorazioni
Lavorazione superficiale del terreno, se necessaria.
- Potatura
Nessun intervento.

Lotta
• Mosca: si procede sempre al monitoraggio, quindi, si controllano le trappole adesive e quelle a feromone per la messa in atto dell’azione di monitoraggio del dittero, e si valuta, al contempo, la infezione attiva sulla drupe con la conta delle uova, larve o pupe presenti in un campione rappresentativo di drupe. Se l’infezione attiva è pari o superiore al 10% si consiglia di intervenire, negli oliveti convenzionali, con prodotti chimici: Dimetoato nella dose di 40 – 100 gr/hl, oppure Fention nella dose di 150 gr /hl. Se vengono effettuati trattamenti fitosanitari è necessario il corretto rispetto dei tempi di carenza in relazione al prodotto impiegato.
• Margaronia: Se dal monitoraggio messo in atto si riesce a stabilire la fase iniziale dell’attacco per la riduzione del danno si consiglia di ripetere il trattamento con l’utilizzo di Bacillus Thuringensis sub. Kurstaki nella dose di 75 gr/hl.
• Oziorrinco: sono da controllare le fasce di fibra sintetica, se eventualmente si trova la presenza di vie alternative trovate dall’insetto adulto per raggiungere la chioma, le fasce sono da sostituire.
• Occhio di Pavone: la presenza diffusa di macchie fuligginose, conidi, indica la fine di incubazione del fungo nelle foglie, quindi, in presenza, di numerose macchie fuligginose, è consigliabile procedere a trattamenti che hanno la funzione di devitalizzare i conidi e di svolgere da azione protettiva nei riguardi delle zone potenzialmente recettive per il fungo. Per i trattamenti si consigliano prodotti a base di rame nelle dosi di 300 gr/hl o dodina nella dose di 150 gr/hl.

Ottobre

- Fase Fenologica
Ingrossamento della drupe, inolizione ed invaiatura
- Concimazione
Nessun intervento.
- Lavorazioni
Lavorazione superficiale del terreno, per la preparazione alla operazione di raccolta; nell’ultima decade del mese si da inizio alla operazione di raccolta, che in relazione all’azienda ed alla orografia del territorio può essere manuale, agevolata o meccanica.
- Potatura
Nessun intervento.

Lotta
• Mosca: si procede sempre al monitoraggio, quindi, si controllano le trappole adesive e quelle a feromone e si valuta, al contempo, l’ infezione attiva sulla drupe: si suggerisce di intervenire, ove necessario, con prodotti chimici aventi tempi di carenza brevi ( Tricloform.) Comunque se l’infezione attiva è presente si consiglia di velocizzare la raccolta e valutare attentamente l’opportunità di effettuare trattamenti.
• Rodilegno Giallo: riscontrata la presenza di gallerie, soprattutto su rami giovani, si consiglia, se necessario, di procedere alla eliminazione dell’insetto in modo meccanico con l’utilizzo di filo di ferro.

Novembre

- Fase Fenologica
Invaiatura -Maturazione
- Concimazione
Nessun intervento.
- Lavorazioni
Raccolta: che in relazione alla estensione dell’azienda ed alla orografia del territroio può essere manuale, agevolate o meccanica.
- Potatura
Nessun intervento.

Lotta
• Mosca: si procede sempre al monitoraggio, quindi, si controllano le trappole adesive e quelle a feromone e si valuta, al contempo, l’ infezione attiva sulla drupe: si suggerisce di intervenire, ove è estremamente necessario, con prodotti chimici aventi tempi di carenza brevi ( Tricloform.) Comunque se l’infezione attiva è presente si consiglia di velocizzare e chiudere le operazioni di raccolta.
• Rogna: nel caso siano presenti numerosi tubercoli, completata la operazione di raccolta è consigliabile un intervento chimico.

Dicembre

- Fase Fenologica
Completamento Invaiatura-maturazione, inizio riposo vegetativo.
- Concimazione
Nessun intervento.
- Lavorazioni
Raccolta: che in relazione alla estensione dell’azienda ed alla orografia del territorio può essere manuale, agevolate o meccanica.
- Potatura
Nessun intervento.

Lotta
• Rogna: nel caso siano presenti numerosi tubercoli, completata la operazione di raccolta è consigliabile un intervento chimico.